MARGHERITA PERRUCCI: CORRO PER MIGUEL E PER TUTTI COLORO CHE POSSO AIUTARE.

Margherita Perrucci, classe 1982 di Altamura in provincia di Bari. Chi è costei? Una donna arbitro, regolarmente registrata all’Aia, associazione italiana arbitri. Parlare con Margherita è stato estremamente istruttivo e divertente, non solo per il ruolo che ricopre, ma anche perché è una persona che ha fatto della gioia di vivere e dell’entusiasmo il suo biglietto da visita. Ha partecipato anche lei alla corsa di Miguel, ma con un obiettivo molto particolare, lasciamocelo raccontare…

 

 

Margherita, come si diventa arbitri?

“Premetto che io sono arbitro dal 2002 e dal 2006 di calcio A5 in categoria C1, ho sostenuto come tutti gli esami, test atletici. L’AIA è la settima componente della Federazione Italiana Giuoco Calcio, si occupa del reclutamento, della formazione, della gestione tecnica, associativa e disciplinare degli arbitri di calcio italiani, gli osservatori -che sono appunto delle figure specifiche- hanno il compito di designare gli arbitri. Insomma, ho seguito il normale percorso… fra punti e graduatorie, eccomi qui!”

 

E questa passione come è nata?

“Un pochino per caso, ho sempre amato lo sport, volevo nello specifico fare il portiere, ero una ragazza, poi man mano, è diventato qualcosa di più serio, non solo una passione ma un impegno sistematico. Essere arbitro mi ha aiutata a crearmi una forma mentis, anche quando sono diventata madre, ho due bambini di 7 e 9 anni.”

Una donna, mamma, arbitro in Italia, com’è ricoprire questo ruolo a livello sociale?

“Quando anni fa ho cominciato ero una delle poche donne, ricordo ancora lo stupore quando arrivavo per la partita, oggi la cosa si sta molto smussando. Sono stata aiutata dalla mia indole caratteriale  molto determinata. Ovvio che coordinare il tutto non è sempre facile, fra vita lavorativa, familiare ed arbitraggi, ci vuole sicuramente molta organizzazione (sorride)”

Veniamo alla Corsa di Miguel: com’è  arrivata Margherita  Perrucci, arbitro, a competerci?

“Dunque, io ho corso l’ultima edizione quella virtual, ero emotivamente molto carica, perché venivo dal covid che, ahimè, ho contratto, e dopo 54 giorni positiva mi ero da poco negativizzata. Ho partecipato perché l’ AIA ha una sezione specifica con cui  prende parte  agli eventi  con scopo di beneficenza, la sezione è il RefereeRUN  e di solito partecipiamo a queste competizioni per poi donare i soldi, molto spesso all’ AIL per la lotta contro i tumori”

Come ti sei piazzata?

“Ho corso con lo spirito di chi dice “ ho partecipato, mi sono divertita ed ho fatto del bene”, non punto al podio, anche perché rispetto ai runner noi arbitri, anche se sempre di corsa, abbiamo un altro tipo di allenamento basato non tanto sulla resistenza ed il mantenimento di una velocità per tanti kilometri e minuti, ma sugli scatti, sulla corsa laterale, sul cambiare spesso il tempo di marcia e gli interscambi con il collega.”

E di Miguel a cui la corsa è dedicata sapevi già qualcosa?

“Certo mi sono documentata molto bene e devo dire che è una storia che mi ha appassionata tantissimo, questo giornalista (n.d.r  Valerio Piccioni, giornalista della Gazzetta dello Sport ed ideatore della Corsa di Miguel) che va in Argentina scopre Miguel atleta desaparecidos, riporta in luce la sua storia ed organizza ogni anno, da più di vent’anni, una gara in sua memoria, se ci penso mi dà i brividi! Ho condiviso il principio della competizione che credo sia basato sulla difesa della Libertà, gli organizzatori sono stati in grado di passarmi tutto il loro idealismo ”

Il prossimo 30 gennaio, la Corsa di Miguel, sarà in presenza l’AIA sarà a Roma a competere con una delegazione?

“Spero vivamente di sì, sottolineando anche lo scopo benefico, correre per donare alla ricerca come quella dei tumori, mi dà il senso delle cose che faccio, spero di esserci io ed i miei colleghi!”

Al refrain LaCorsadiMiguel cosa rispondi? “Quando corro mi si libera la mente”

 

MARGHERITA PERRUCCI, DONNA, ARBITRO DELL’ AIA

RUNNER PER BENEFICENZA, HA CORSO LA PASSATA EDIZIONE DELLA MIGUEL 

SPERIAMO DI AVERLA IN PRESENZA A ROMA IL PROSSIMO +++30 GENNAIO 2022+++

E VOI SARETE CON NOI? AVETE SEGNATO LA DATA?

ASPETTIAMO LE VOSTRE FOTO I VOSTRI COMMENTI.

STAY TUNED E SEGNA LA DATA #30GEN2022

facebook
twitter
instagram
youtube