L’Aquila – Miguel e Michela

LA CORSA DI MIGUEL E MICHELA A L’AQUILA

Miguel e Michela

Dal 2009 si svolge a L’Aquila un emozionante evento di atletica leggera giovanile su pista in cui, il ricordi di Miguel Benancio Sanchez si intreccia a quello di Michela Rossi, sfortunata podista e triatleta aquilana vittima del terremoto che devastò il capoluogo abruzzese il 6 aprile 2009.

L’edizione del 2022 si è svolta lo scorso 3 settembre al campo di atletica “Isaia Di Cesare” de L’Aquila, nell’ambito del 6° Meeting Città dell’Aquila.
ASD Atletica L’Aquila

01 Ottobre 2011

Miguel abbraccia L’Aquila

Dieci chilometri e cinquecento metri. A L’Aquila. Una città di cui si parla poco, troppo poco. La Corsa di Miguel ci arrivò una domenica di ottobre, precisamente il giorno 18, un freddo cane, pioggia, vento, ma ancora tanti riflettori accesi. Di quel giorno resta soprattutto una parola: silenzio. Chilometri accumulati stando zitti, più che altro guardando il centro storico appena riaperto la città ferita, a tratti squarciata, di una bellezza struggente. C’è una foto, davanti alla stupenda San Bernardino. Un corridore delle Fiamme Gialle che passa fra la chiesa e la città appena sotto, a valle, come rimasta a bocca aperta: resta uno dei simboli di quella giornata.

Poi tornammo e la Corsa di Miguel era diventata anche ufficialmente pure di Miguel. E c’era Pierpaolo, il fratello della triatleta, felice come una Pasqua. Di quella felicità però che diventa a tratti, commozione, magone, voglia di cercare il compagno che ti sta vicino perché hai un disperato bisogno di sentire che non sei solo. Nel 2010, scegliemmo settembre. Il cartello organizzativo era sempre lo stesso: l’Atletica L’Aquila e la Corsa di Miguel e ora pure di Michela. Erano i giorni delle scosse, del centro storico richiuso, ci accolse però il sole che baciava il rosone di Collemaggio, con quel piazzale che deve avere l’atletica nel cuore perché misura proprio come un giro di pista…

Domenica 23 ottobre si correrà ancora per Miguel e per Michela. Per il maratoneta desaparecido e per la ragazza che non poteva fare a meno di interrogare il suo corpo, tutti i giorni, per sport.

Dieci chilometri e 500 metri. Bellissimi. Collemaggio, ma anche il Duomo, San Bernardino, il Castello. E poi, via XX settembre, la Casa dello Studente, il posto che è il simbolo del terremoto del 6 aprile, ancora pieno di tanti perché. E il Ponte Belvedere, un’altra cartolina, un altro punto interrogativo. La Corsa di Miguel e di Michela, però, non sarà una gita turistico-podistica. E’ un modo per guardarsi intorno, per riflettere, ma anche per incontrare lo sguardo di chi quei posti li vive quotidianamente, di chi c’era quella notte, di chi non deve essere lasciato solo. Proprio come Pierpaolo.

Buona Corsa di Miguel e di Michela a tutti.

24 Ottobre 2011

L’Aquila 2011, una domenica speciale

Va in archivio la terza edizione de La Corsa di Miguel e Michela. A L’Aquila si corre per ricordare, Michela Rossi al fianco di Miguel Sanchez, il simbolo delle vittime del terremoto del 2009 e quello del dramma dei desaparecidos argentini, protagonisti di una giornata vissuta all’insegna dell’emozione.

Più di 500 persone si sono ritrovate in Piazzale Collemaggio per vivere una mattinata di sport e divertimento, tra le stafette dei ragazzi delle scuole aquilane, la passeggiata non competitiva di 5 chilometri e la gara vera e propria, una 10 chilometri nel cuore del centro storico della città, la parte più ferita dal sisma del 2009.

Pierpaolo Rossi, fratello di Michela, all’arrivo.

Alla fine vince un giovane abruzzese, Daniele D’Onofrio dell’Atletica Gran Sasso, che domina la competitiva chiudendo in 00:34:43. Tra le donne invece Fabiana Senese precede Gabriella Stramaccioni, terminando i 10 chilometri in 00:42:38.

Proprio nel giorno in cui un terremoto torna sulle prime pagine dei giornali, con la tragedia che ha colpito il popolo turco, a L’Aquila si riaccendono i riflettori su una città ancora ferita. Pierpaolo Rossi ha corso con il numero 1 e la foto della sorella Michela stampata sulla propria maglietta; il suo sorriso all’arrivo è stato il successo più grande di questa giornata.

 

Le classifiche complete sono consultabili sul sito www.tds-live.com. Si ringrazia per lo splendido lavoro Enrico Vendetti e tutto il team Tds.

facebook
twitter
instagramm
youtube