Caliandro centra la 5a vittoriaSoufyane al primo centro

La partenza - © Mjrka Boensch Bees

LA GARA
Come da tradizione a Miguel si viene per correre senza guardare l’orologio. Ma il cast di atleti dei Gruppi sportivi Militari è sempre di altissimo profilo, e chi vince brucia il Lungotevere. Così, per la quinta volta in undici edizioni, la vittoria finale (in volata) se l’è aggiudicata il finanziere Cosimo Calandro, che ha chiuso in 29’53, stesso tempo del secondo, Francesco Bona dell’Aeronautica Militare, mentre al terzo posto Alberto Montorio, sempre dell’Aeronautica, in 29’54.
«Correre questa corsa – ha detto Calandro a fine gara – è per me un appuntamento fisso sia per ciò che rappresenta simbolicamente sia per testare la mia condizione a metà della preparazione invernale. Sono contento di aver onorato ancora una volta questa gara e spero mi porti fortuna per gli Europei di Barcellona di questa estate».

In campo femminile, invece, prima vittoria alla Corsa di Miguel per l’italo-marocchina Laila Soufyane del CS Esercito che ha vinto per distacco chiudendo in 36’16. Seconda Marta Gaiardelli delle Fiamme Azzurre (37’09), terzo per Alexa Giussaqni dell’Atletica Bellinzago (37’47). Al quinto posto, invece, la campionessa italiana 2008 di pentathlon moderno Lavinia Bonessio.
«E’ stata una grande soddisfazione vincere questa gara – ha detto la vincitrice Soufyane – organizzata per sostenere una buona causa. Spero che sempre più persone possano partecipare a questa gara e a quelle promosse con lo stesso spirito perché ti danno emozioni speciali».

GLI AMICI DI MIGUEL
In gara, anche i tantissimi amici della corsa. Dai Grizzilies, i giocatori di football americano della capitale che hanno corso con divisa e casco, alle decine di atleti autistici del Progetto Filippide, presenti alla corsa fina dalla prima edizione del 2000. E ancora gli atleti della Lazio hockey prato e della Lazio Atletica, le centinaia di atleti dei circoli canottieri della capitale, inclusi decine di canottieri, tra i quali la campionessa europea 2009 nel doppio Gabriella Bascelli (CC Lazio) che ha chiuso con un ottimo 45’55. E ancora Giovanni Malagò, presidente del CC Aniene, Matteo Montezemolo, socio dell’Aniene, Zibì Boniek, il delegato allo sport del Comune Alessandro Cochi (poco più di un’ora per lui). E all’arrivo, gli amici delle istituzioni che ogni anno testimoniano con la loro presenza l’affetto per questa gara. Il presidente della Fidal Lazio Marco Pietrogiacomi, il presidente della commissione sport della Provincia di Roma Pino Battaglia e il vice presidente della commissione sport della regione Lazio Enzo Foschi.

CLASSIFICA

UOMINI
1 Cosimo Caliandro (Fiamme Gialle) 29’53
2 Francesco Bona (Aeronautica) 29’53
3 Alberto Montorio (Aeronautica) 29’54
4 Cristian Gaeta (Esercito) 29’55
5 Tayeb Filali (Acsi Camp. Palatino) 29’57
6 Marco Mazza (Fiamme Gialle) 29’59
7 Antonio Miggiano (Acsi Camp. Palatino) 30’15
8 Giovanni Gualdi (Fiamme Gialle) 30’25
9 Lorenzo Perrone (Fiamme Gialle) 30’36
10 Alessandro Turroni (Aeronautica) 30’45

DONNE
1 Laila Soufyane (CS Esercito) 36’16
2 Marta Gaiardelli (Fiamme Azzurre) 37’09
3 Alexa Giussani (Atl. Bellinzago) 37’47
4 Federica Proietti (G. Scavo 2000) 38’09
5 Lavinia Bonessio (Pentathlon Moderno) 38’22

Per le immagini vai a pagina 2

facebook
twitter
instagram
youtube